Jazz Festival

Gregory's Jazz Festival

Gregory’s Jazz Festival

Il Gregory's Jazz Festival 2017 porta a Roma nell'arco di poco più di un mese una selezione tra i migliori musicisti italiani e alcuni prestigiosi ospiti internazionali. Tra il 30 settembre e il 3 novembre, ogni settimana uno o più appuntamenti di livello, per quella che si configura come una scelta coraggiosa ma che il pubblico (appassionato di jazz e non solo) di Roma, e la città, meritano. Il 30 settembre, e poi il 1 ottobre si parte con Carlo Atti, il "National Treasure" del jazz italiano (...a nostro modesto avviso), il 4 ottobre è la volta del quintetto all-stars di Jeremy Pelt, il 14 e il 15 Eric Reed e Piero Odorici - con Dezron Douglas e Willie Jones III - per un concerto tributo a Coleman Hawkins, il 18 e il 19 "the blackest of Italian pianists" Massimo Faraò in trio, poi il 21 e 22 il quintetto di Giovanni Amato e il 28 e 29 doppia data del tour europeo del trio dell'organista Pat Bianchi. Chiudiamo con il trio di Spike Wilner ( il nostro amico dello Small's di NYC) con due ospiti speciali: Joel Frahm e Ryan Kisor. In jazz we trust!

The frim fram Sauce

Il Ristorante: dinner&jazz

Il ristorante del Gregory's propone un menu completamente rinnovato, dal carattere internazionale, e assortito con pietanze di pesce, carne, pasta fresca, insalate e dessert. La scelta dello chef è stata quella di far convivere il meglio della tradizione italiana con un'equilibrata selezione di piatti a base di pesce che rimandano alla cultura asiatica e giapponese in particolare, ma non solo sushi... Una particolare attenzione è stata rivolta, infatti, alle esigenze di chi non mangia carne e pesce. Lo staff, infine, avrà il piacere di consigliarvi i migliori abbinamenti con la carta dei vini e con l'assortimento del bar. Dinner&Jazz è la sintesi dell'esperienza che il Gregory's propone. A partire dalle 19.30 potrete assaporare una cena à la carte per ogni gusto, nella familiare atmosfera del ristorante, o direttamente nell'intimità della sala al primo piano prima o durante il concerto. Tutto questo avverrà nel piccolo "grande" rifugio al 54/a di via Gregoriana, nella luce calda che sfiora il bancone in legno massello, la bottigliera a specchi e i tavoli in legno, e dove le note si perdono tra le fotografie in bianco e nero, avvolgendo i vostri momenti in un'atmosfera accogliente e familiare.

Slide background
Slide background
Slide background
Slide background

Straight, no Chaser

Gregory’s Whisky Bar

Il Gregory's coltiva da anni la convinzione che il jazz e il whisky siano due elementi in grado di stimolare una nuova sinestesia e di rappresentare un abbinamento perfetto per trascorrere una serata in armonia e relax. Sedersi al bancone del Gregory's per sorseggiare un buon malto, o gustarlo durante un concerto nella suggestiva sala al piano superiore, tra luci soffuse e comodamente seduti sui divanetti, è un' esperienza che appaga il gusto degli intenditori e degli appassionati, e soddisfa la curiosità di chi si avvicina per la prima volta al mondo del whisky.

I get a kick out of you

Gregory’s Hall of Fame

Nella hall of fame del Gregory’s hanno il loro posto Bobby Durham, Victor Lewis, Steve Grossman, Gregory Hutchinson, Bobby Watson, Joe Cohn, Tom Guarna, Lew Tabackin, Dave Liebman, Johnny O’Neal, Harold Mabern, Jeff Williams, Jerry Bergonzi, Bob Wilber, Jeremy Pelt, Joe Farnsworth, Ulf Wakenius, Itamar Borochov, Joe Sanders, Danny Grisset, Willie Jones III, Scott Hamilton, Rudy Royston, Alex Sipiagin, Rick Margitza, Eric Reed, Harvey Kaiser, Eric Harland, Randy Sandke, Spike Wilner, Tyler Mitchell, Denise King, Michael Rosen, Tony Scott, Chihiro Yamanaka, Eric Marienthal, Carlo Atti, Dario Deidda, Dado Moroni, Giovanni Amato, Roberto Gatto, Rosario Giuliani, Max Ionata, Antonio Faraò, Gegè Munari, Fabrizio Bosso, e Gianni Basso. Forse qualcuno lo abbiamo dimenticato (e ce ne scusiamo), di certo altri se ne aggiungeranno.

time after time

Il Club

Dal 1996 il Jazz Club del centro di Roma con uno dei più forniti whisky bar della città e un dinner club per vivere un'esperienza diversa ogni sera. A proposito di jazz, non si riesce a stabilire con precisione quando e dove sia nata la parola, ne' cosa significhi; ognuno la pronuncia come vuole e tutti dicono di sapere cos'è. In tanti anni noi abbiamo maturato una sola certezza: "it don't mean a thing if it ain't got that swing". Il jazz al Gregory's nasce dallo studio appassionato dei grandi songbook, degli standard e dei generi della tradizione, dallo swing al bebop fino all'hardbop, e vuole essere un costante omaggio e ringraziamento ai nomi, alle espressioni e personalità secondo noi più importanti della storia del jazz.

take the “A” train

Contatti

A due passi da Trinità dei Monti – una volta in cima alla scalinata di Piazza di Spagna scendete sulla vostra destra – e Fontana di Trevi – attraversando via del Tritone – il Gregory’s si trova al civico 54/a di via Gregoriana, una delle perle della Roma barocca. Siamo qui dal 1996 insieme ai nostri amici, frequentatori abituali e ospiti provenienti da tutto il mondo, in un ambiente rilassante, informale ed elegante allo stesso tempo, internazionale ma non turistico. Via Gregoriana 54/a - 00187 Roma. booking@gregorysjazz.com / +39 327 8263770 / +39 06 6796386. Ad Agosto Domenica e Lunedì chiuso. Inizio concerti ore 22.00