Il piano trio di Leonardo Borghi, ogni volta con una ritmica diversa, e nel secondo set la jam session: è la Jazz Session del Martedì a Roma. Il primo set sarà aperto con il concerto di Leonardo Borghi, accompagnato di volta in volta da ritmiche di altissimo livello: verranno eseguite composizioni originali e arrangiamenti originali delle jazz song americane dei più importanti songwriters, e naturalmente anche favolosi brani dei grandi musicisti della storia del Jazz, composti da chi questa musica l’ha vissuta, suonata, elaborata. Un incontro settimanale insieme ai migliori musicisti della scena jazzistica, caratterizzato da una costante ricerca, compositiva ed esecutiva, un work in progress a cui musicisti e appassionati non possono mancare! A seguire nel secondo set, Jam Session con numerosi ospiti! La House Band è composta da Leonardo Borghi al pianoforte, al basso e alla batteria si alterneranno ogni Martedì musicisti del calibro di Marco Valeri, Vincenzo Florio, Stefano Nunzi, Andrea Nunzi, Marco Loddo, Enrico Morello, Luca Fattorini, Adam Pache… e tanti altri grandi artisti…

Leonardo Borghi Nasce a Reggio Emilia dove inizia i suoi studi presso il conservatorio locale. Completa la sua formazione a Roma, dove inizierà a suonare con alcuni tra i più importanti musicisti della scienza jazz italiana e internazionale: Andy Gravish, Jeremy Pelt, Randy Sandke, Bob Mover, Jeff Williams, John O'Gallangher, Steve Grossman, Christopher Crocco, Tony Scott, Pat Senatore, Harvey Kayser, Thos Shipley, Giovanni Amato, Emanuele Basentini, Carlo Atti, Massimo D'Avola, Franco Ambrosetti, Carlo Battisti, Eddy Palermo, Pietro Ciancaglini, Emanuele Urso, Fabiano 'Red' Pellini, Luca Velotti, Harold Bradley, Carol Sudhalter, Marco Valeri, Francesco Lento, Vincenzo Florio, Marco Loddo, Andrea Nunzi, Stefano Nunzi, Maurizio Urbani, Aldo Bassi, Gianni Sanjust, Mauro Verrone, Giorgio Rosciglione, Gegè Munari, Enzo Scoppa, Cicci Santucci, Claudio Corvini, Enrico Ghelardi e tanti altri. Tra i vari progetti di cui si occupa sicuramente il più importante è il “Leonardo Borghi Trio” con Vincenzo Florio e Marco Valeri, con il quale ha suonato nei più importanti e prestigiosi Festival e Jazz Club, in Italia e all’estero.


Vincenzo Florio Contrabbassista dalla metà degli anni novanta, molto richiesto, ha suonato con musicisti del calibro di: Steve Grossman, Heddie Henderson, Billy Hart, George Garzone, David Binney, Vincent Harring, Steve Turre, Grant Stewart, Danny Grissett, Greg Hutchinson, Harry Allen, Joe Farnsworth, Jeremy Pelt, e molti altri grandi artisti. Si è esibito nei più importanti jazz club e festival come L'European Jazz Expo, Montalcino Jazz e Wine, Padova Jazz, Italian Jazz Festival di Londra e il Dubai Jazz Festival. Nel 2015 fa parte del trio di Eric Reed per il tour Europeo e nel 2016 per il tour Italiano del quartetto di Charles Tolliver.


Enrico Morello Nato a Roma nel Febbraio del 1988, Enrico si avvicina precocemente alla musica ed inizia a dedicarsi allo studio della batteria a 9 anni. La sua formazione segue un lungo percorso che inizia ufficialmente nella Scuola Popolare di Musica di Testaccio in Roma e culmina nel biennio di alto perfezionamento In.Ja.M. di Siena, all’interno del quale ottiene pieni riconoscimenti ed una borsa di studio completa per l’intera durata del corso. Negli anni della sua formazione, Enrico, ha modo di approfondire lo studio dello strumento con alcuni fra i più illustri musicisti e docenti internazionali, fra i quali: John Riley, Greg Hutchinson, Eric Harland, Adam Nussbaum, Ferenc Nemeth, Ben Perowsky. Conduce da anni un’intensa attività professionale che gli ha consentito di guadagnare un posto di rilievo fra i più richiesti ed interessanti musicisti di jazz in Italia. Dal 2014 è un elemento fondante del quartetto di Enrico Rava con il quale porta avanti una lunga e proficua attività concertistica internazionale sugellata dall’incisione di un disco, Wild Dance, per l’internazionale etichetta ECM.  Collaborazioni: è membro del trio di Alessandro Lanzoni, del quartetto ed il sestetto di Francesco Ponticelli, l’organ trio Syncotribe di Maurizio Giammarco, gli Yellow Squeeds di Francesco Diodati, il trio Andymusic di Manlio Maresca, fino ad assidue collaborazioni con Francesco Cafiso o il progetto Around Tuk di Paolo Fresu e molti altri. Partecipa al Panama Jazz Festival e ad un tour negli Stati Uniti quale componente del sestetto di rappresentanza all'interno di un programma di scambio con il Berklee Global Jazz Institute di Boston, il New England Conservatory, il Conservatorio di Porto Rico e il Conservatorio Superiore di Parigi.


  • Leonardo Borghi - Pianoforte
  • Vincenzo Florio - Contrabbasso
  • Enrico Morello - Batteria
Cena à la carte a partire dalle 19.30
Inizio concerto ore 21.00
€ 15,00 inclusa la prima consumazione, 
per assistere al solo concerto
Via Gregoriana 54/a - Roma
+39 066796386
+39 3278263770
I nostri contatti: +39 06 6796386 +39 327 8263770 booking@gregorysjazz.com
vai al programma completo