Prossimamente al Gregory's

Dom 7 feb 2016 ore 22:00

Federica Carmen Santoro 4tet

SANTOROCantante, ma anche attrice e regista teatrale, Federica Carmen Santoro si sta affermando come una artista poliedrica e di grande talento.

La sorprendente voce di Federica Carmen Santoro – a voi riconoscere le tracce e i modelli della storia del jazz  che hanno influenzato maggiormente la cantante – sarà stasera per due set e due ore alla guida di un quartetto formato da alcuni dei nomi più affermati della scena jazz italiana e non solo romana – Enrico Bracco alla chitarra, Matteo Bortone al contrabbasso ed Enrico Morello alla batteria.

Brani celebri e arrangiamenti sui più famosi standard estratti dai più celebri songbook dei grandi compositori del’900 – da Cole Porter a George Gershwin, da Rodgers and Hart a Irving Berlin – per una Domenica ricca di swing e di buon jazz dal vivo da assaporare in grande relax.

Tonight on stage:

  • Federica Carmen Santoro – Voce
  • Enrico Bracco – Chitarra
  • Matteo Bortone – Contrabbasso
  • Enrico Morello – Batteria

Lun 8 feb 2016 ore 22:00

Gregory’s Ahead Session


AHEAD 08 02Il Lunedì è il giorno della Gregory’s Ahead Session,
che trasformerà la sala concerto del Gregory’s Jazz Club in un eccitante ibrido tra palco e sala prove per questa jam progressiva, che darà l’opportunità di portare musica originale sul palco: arrangiamenti, composizioni, ma anche improvvisazioni estemporanee.

La Gregory’s Ahead Session rappresenta la reale opportunità di entrare sempre di più nel profondo del discorso jazz, delle nuove istanze compositive di chi porta avanti il proprio impegno artistico bilanciando la traccia delle radici jazzistiche legate ai grandi del passato con la necessità di comunicare e fare arte oggi.

Il jazz italiano – per quanto sia inutile identificare territorialmente un singolo musicista o un movimento artistico – regala ormai da anni alla scena internazionale alcuni dei migliori interpreti e compositori e il Gregory’s apre le porte alle loro creazioni e a chi vuole seguire l’evoluzione di una musica che non ci stancheremo mai di ascoltare e soprattutto di sostenere.

Il Gregory’s ha il piacere e l’onore di affidare la direzione artistica di questo nuovo progetto a Roberto Tarenzi, ormai uno dei nomi più noti del jazz italiano a livello internazionale che fin da giovanissimo ha scomodato paragoni con nomi del calibro di Ahmad Jamal e che prestissimo è entrato nelle più prestigiose formazioni italiane.

JAZZSESSION 09 02Ogni Martedì il primo set sarà aperto con il concerto di Leonardo Borghi, accompagnato di volta in volta da ritmiche di altissimo livello: verranno eseguite composizioni di L.Borghi, arrangiamenti originali delle jazz song americane dei più importanti songwriters, e naturalmente anche favolosi brani dei grandi musicisti della storia del Jazz, composti da chi questa musica l’ha vissuta, suonata, elaborata.

Un incontro settimanale insieme ai migliori musicisti della scena jazzistica, caratterizzato da una costante ricerca, compositiva ed esecutiva, un work in progress a cui musicisti e appassionati non possono mancare! A seguire nel secondo set, Jam Session con numerosi ospiti!

La House Band è composta da Leonardo Borghi al pianoforte, al basso e alla batteria si alterneranno ogni martedì musicisti del calibro di Marco Valeri, Vincenzo Florio, Stefano Nunzi, Andrea Nunzi, Marco Loddo, Enrico Morello, Luca Fattorini, Adam Pache… e tanti altri grandi artisti…sarebbe impossibile elencarli tutti!

Una serata da non perdere, da condividere con i migliori musicisti della capitale e non solo…siete tutti invitati!

 

Gio 11 feb 2016 ore 22:00

Reinier Baas Trio

REINIER BAAS Il chitarrista e compositore Reinier Baas (1985, Hilversum, Olanda) è uno dei maggiore talenti giovani della scena jazz odierna in Olanda. Oltre che compositore dallo stampo molto moderno è un attivo bandleader in molti progetti, tra cui molte collaborazioni con il sassofonista Ben Van Gelder.

E’ stato definito da moltissimi giornali critici musicali come il “Futuro del Jazz”. Si è laureato al conservatorio di Amsterdam nel 2010 e ha proseguito i suoi studi alla Manhattan School of Music di New York.

Il suo album “Mostly Improvised Instrumental Indie Music” è stato premiato all’ Edison Jazz National nel 2013. Per questo appuntamento al Gregory’s, Reinier presenterà molti originali, tra cui i brani più celebri dei suoi passati album.

Tonight on stage:

  • Reinier Baas – Chitarra
  • Luca Bulgarelli – Contrabbasso
  • Alessandro D’Anna – Batteria

Ven 12 feb 2016 ore 22:00

Emanuele Urso Swing Sextet

URSO 12 02Emanuele Urso “The King of Swing” è il protagonista e il mattatore dei Venerdì Swing di Roma al Gregory’s Jazz Club.

Tra Benny Goodman e Gene Krupa, Emanuele Urso è un fantastico batterista, un raffinato clarinettista e un direttore d’orchestra eccellente, in grado di ricreare perfettamente, in uno sforzo filologico non comune, le atmosfere della swing era e delle dance hall degli anni 40.

La sua concezione della musica è totalmente rivolta al Jazz della Swing Era che continua a studiare e omaggiare con un instancabile impegno teso sempre alla ricerca della perfezione con grande professionalità che gli è valso il titolo di “Re dello Swing”.

  • Emanuele Urso – Clarinetto/Batteria/Direzione
  • Adriano Urso – Piano
  • Daniele Sanna – Vibrafono
  • Fabrizio Guarino – Chitarra
  • Fabrizio Montemarano – Contrabbasso
  • Claudio Bellotti – Batteria

 

ROOTS INTERCHANGESi intitolerà “Roots Interchange” il nuovo album soul jazz firmato dal chitarrista Alessandro Florio che, dopo essersi spostato dall’Italia al Nord Europa, vola verso gli USA per incontrare due astri del firmamento jazz mondiale, Pat Bianchi all’hammond (musicista di Pat Martino) e Carmen Intorre alla batteria (fulcro della rhythm section di George Benson). In occasione del concerto live di Roma, lo straordinario Trio, tour ospita Paolo Recchia, uno dei più talentuosi sassofonisti della nuova leva jazzistica nazionale, dal suono rotondo, personale, fatto di melodia, padronanza armonica, sensibilità e swing. Recchia si sta imponendo con sempre crescente successo sulla scena jazzistica nazionale sia per le sue qualità di leader di formazioni a suo nome, sia per le sue illustre collaborazioni che vanno da Danny Grisset ad Andrea Pozza, Dado Moroni, George Garzone, Alex Sipiagin solo per citarne alcuni.

“Roots Interchange” l’album e il concerto live, rappresentano per Alessandro Florio, uno scambio culturale verso le radici del jazz, del soul e del blues e un ritorno alle radici italiane per i due famosi jazzisti italo-americani, Bianchi ed Intorre. Il repertorio spazia tra brani inediti dello stesso Alessandro Florio – che si è già fatto notare in Italia con l’album “Taneda” (2014, in duo con il contrabbassista Mattia Magatelli) – alcuni brani di Thelonious Monk, e standard della tradizione jazzistica ad esaltare il groove dell’hammond trio.

Tonight on stage:

  • Alessandro Florio – Chitarra
  • Pat Bianchi – Hammond
  • Carmen Intorre – Batteria
  • Paolo Recchia – Sax alto

Sab 13 feb 2016 ore 23:59

Gregory’s LateNight Session

LATENIGHT 13 02La vera novità dell’anno al Gregory’s. Ogni Sabato, dopo il concerto delle 22.00 – proprio ‘round about midnight – una nuova formazione prende posto sul palco per dare inizio alla Late Night Session.

La LateNight Session è affidata alla direzione artistica del giovane e talentuoso batterista Francesco Ciniglio che ogni Sabato sceglie i suoi e i vostri compagni di viaggio.

A volte succede che gli stessi artisti del “main show” restino a duettare con la formazione d’apertura della session, per una jam che ogni settimana non sappiamo mai dove ci porterà, altre volte abbiamo visto arrivare artisti di fama internazionale o sideman di grandi formazioni in tour a Roma per puro divertimento dopo una serata di “lavoro”.

Una cosa è sicura: la Late Night Session è il nostro modo per dire che il buon jazz dal vivo non ci basta mai!

 

Lun 15 feb 2016 ore 22:00

Gregory’s Ahead Session

AHEAD 15 02Il Lunedì è il giorno della Gregory’s Ahead Session, che trasformerà la sala concerto del Gregory’s Jazz Club in un eccitante ibrido tra palco e sala prove per questa jam progressiva, che darà l’opportunità di portare musica originale sul palco: arrangiamenti, composizioni, ma anche improvvisazioni estemporanee.

La Gregory’s Ahead Session rappresenta la reale opportunità di entrare sempre di più nel profondo del discorso jazz, delle nuove istanze compositive di chi porta avanti il proprio impegno artistico bilanciando la traccia delle radici jazzistiche legate ai grandi del passato con la necessità di comunicare e fare arte oggi.

Il jazz italiano – per quanto sia inutile identificare territorialmente un singolo musicista o un movimento artistico – regala ormai da anni alla scena internazionale alcuni dei migliori interpreti e compositori e il Gregory’s apre le porte alle loro creazioni e a chi vuole seguire l’evoluzione di una musica che non ci stancheremo mai di ascoltare e soprattutto di sostenere.

Il Gregory’s ha il piacere e l’onore di affidare la direzione artistica di questo nuovo progetto a Roberto Tarenzi, ormai uno dei nomi più noti del jazz italiano a livello internazionale che fin da giovanissimo ha scomodato paragoni con nomi del calibro di Ahmad Jamal e che prestissimo è entrato nelle più prestigiose formazioni italiane.

JAZZSESSION 16 02Ogni Martedì il primo set sarà aperto con il concerto di Leonardo Borghi, accompagnato di volta in volta da ritmiche di altissimo livello: verranno eseguite composizioni di L.Borghi, arrangiamenti originali delle jazz song americane dei più importanti songwriters, e naturalmente anche favolosi brani dei grandi musicisti della storia del Jazz, composti da chi questa musica l’ha vissuta, suonata, elaborata.

Un incontro settimanale insieme ai migliori musicisti della scena jazzistica, caratterizzato da una costante ricerca, compositiva ed esecutiva, un work in progress a cui musicisti e appassionati non possono mancare! A seguire nel secondo set, Jam Session con numerosi ospiti!

La House Band è composta da Leonardo Borghi al pianoforte, al basso e alla batteria si alterneranno ogni martedì musicisti del calibro di Marco Valeri, Vincenzo Florio, Stefano Nunzi, Andrea Nunzi, Marco Loddo, Enrico Morello, Luca Fattorini, Adam Pache… e tanti altri grandi artisti…sarebbe impossibile elencarli tutti!

Una serata da non perdere, da condividere con i migliori musicisti della capitale e non solo…siete tutti invitati!

 

Ven 19 feb 2016 ore 22:00

Emanuele Urso Swing Sextet

URSO 19 02Emanuele Urso “The King of Swing” è il protagonista e il mattatore dei Venerdì Swing di Roma al Gregory’s Jazz Club.

Tra Benny Goodman e Gene Krupa, Emanuele Urso è un fantastico batterista, un raffinato clarinettista e un direttore d’orchestra eccellente, in grado di ricreare perfettamente, in uno sforzo filologico non comune, le atmosfere della swing era e delle dance hall degli anni 40.

La sua concezione della musica è totalmente rivolta al Jazz della Swing Era che continua a studiare e omaggiare con un instancabile impegno teso sempre alla ricerca della perfezione con grande professionalità che gli è valso il titolo di “Re dello Swing”.

  • Emanuele Urso – Clarinetto/Batteria/Direzione
  • Adriano Urso – Piano
  • Daniele Sanna – Vibrafono
  • Fabrizio Guarino – Chitarra
  • Fabrizio Montemarano – Contrabbasso
  • Claudio Bellotti – Batteria

 

 

Sab 20 feb 2016 ore 23:59

Gregory’s LateNight Session

LATENIGHT 20 02La vera novità dell’anno al Gregory’s. Ogni Sabato, dopo il concerto delle 22.00 – proprio ‘round about midnight – una nuova formazione prende posto sul palco per dare inizio alla Late Night Session.

La LateNight Session è affidata alla direzione artistica del giovane e talentuoso batterista Francesco Ciniglio che ogni Sabato sceglie i suoi e i vostri compagni di viaggio.

A volte succede che gli stessi artisti del “main show” restino a duettare con la formazione d’apertura della session, per una jam che ogni settimana non sappiamo mai dove ci porterà, altre volte abbiamo visto arrivare artisti di fama internazionale o sideman di grandi formazioni in tour a Roma per puro divertimento dopo una serata di “lavoro”.

Una cosa è sicura: la Late Night Session è il nostro modo per dire che il buon jazz dal vivo non ci basta mai!

 

Lun 22 feb 2016 ore 22:00

Gregory’s Ahead Session

AHEAD 22 02Il Lunedì è il giorno della Gregory’s Ahead Session, che trasformerà la sala concerto del Gregory’s Jazz Club in un eccitante ibrido tra palco e sala prove per questa jam progressiva, che darà l’opportunità di portare musica originale sul palco: arrangiamenti, composizioni, ma anche improvvisazioni estemporanee.

La Gregory’s Ahead Session rappresenta la reale opportunità di entrare sempre di più nel profondo del discorso jazz, delle nuove istanze compositive di chi porta avanti il proprio impegno artistico bilanciando la traccia delle radici jazzistiche legate ai grandi del passato con la necessità di comunicare e fare arte oggi.

Il jazz italiano – per quanto sia inutile identificare territorialmente un singolo musicista o un movimento artistico – regala ormai da anni alla scena internazionale alcuni dei migliori interpreti e compositori e il Gregory’s apre le porte alle loro creazioni e a chi vuole seguire l’evoluzione di una musica che non ci stancheremo mai di ascoltare e soprattutto di sostenere.

Il Gregory’s ha il piacere e l’onore di affidare la direzione artistica di questo nuovo progetto a Roberto Tarenzi, ormai uno dei nomi più noti del jazz italiano a livello internazionale che fin da giovanissimo ha scomodato paragoni con nomi del calibro di Ahmad Jamal e che prestissimo è entrato nelle più prestigiose formazioni italiane.

JAZZSESSION 23 02Ogni Martedì il primo set sarà aperto con il concerto di Leonardo Borghi, accompagnato di volta in volta da ritmiche di altissimo livello: verranno eseguite composizioni di L.Borghi, arrangiamenti originali delle jazz song americane dei più importanti songwriters, e naturalmente anche favolosi brani dei grandi musicisti della storia del Jazz, composti da chi questa musica l’ha vissuta, suonata, elaborata.

Un incontro settimanale insieme ai migliori musicisti della scena jazzistica, caratterizzato da una costante ricerca, compositiva ed esecutiva, un work in progress a cui musicisti e appassionati non possono mancare! A seguire nel secondo set, Jam Session con numerosi ospiti!

La House Band è composta da Leonardo Borghi al pianoforte, al basso e alla batteria si alterneranno ogni martedì musicisti del calibro di Marco Valeri, Vincenzo Florio, Stefano Nunzi, Andrea Nunzi, Marco Loddo, Enrico Morello, Luca Fattorini, Adam Pache… e tanti altri grandi artisti…sarebbe impossibile elencarli tutti!

Una serata da non perdere, da condividere con i migliori musicisti della capitale e non solo…siete tutti invitati!

 

Ven 26 feb 2016 ore 22:00

Emanuele Urso Swing Sextet


URSO 26 02Emanuele Urso “The King of Swing” è il protagonista e il mattatore dei Venerdì Swing di Roma al Gregory’s Jazz Club.

Tra Benny Goodman e Gene Krupa, Emanuele Urso è un fantastico batterista, un raffinato clarinettista e un direttore d’orchestra eccellente, in grado di ricreare perfettamente, in uno sforzo filologico non comune, le atmosfere della swing era e delle dance hall degli anni 40.

La sua concezione della musica è totalmente rivolta al Jazz della Swing Era che continua a studiare e omaggiare con un instancabile impegno teso sempre alla ricerca della perfezione con grande professionalità che gli è valso il titolo di “Re dello Swing”.

  • Emanuele Urso – Clarinetto/Batteria/Direzione
  • Adriano Urso – Piano
  • Daniele Sanna – Vibrafono
  • Fabrizio Guarino – Chitarra
  • Fabrizio Montemarano – Contrabbasso
  • Claudio Bellotti – Batteria

 

Sab 27 feb 2016 ore 23:59

Gregory’s LateNight Session

LATENIGHT 27 02La vera novità dell’anno al Gregory’s. Ogni Sabato, dopo il concerto delle 22.00 – proprio ‘round about midnight – una nuova formazione prende posto sul palco per dare inizio alla Late Night Session.

La LateNight Session è affidata alla direzione artistica del giovane e talentuoso batterista Francesco Ciniglio che ogni Sabato sceglie i suoi e i vostri compagni di viaggio.

A volte succede che gli stessi artisti del “main show” restino a duettare con la formazione d’apertura della session, per una jam che ogni settimana non sappiamo mai dove ci porterà, altre volte abbiamo visto arrivare artisti di fama internazionale o sideman di grandi formazioni in tour a Roma per puro divertimento dopo una serata di “lavoro”.

Una cosa è sicura: la Late Night Session è il nostro modo per dire che il buon jazz dal vivo non ci basta mai!

 

Lun 29 feb 2016 ore 22:00

Gregory’s Ahead Session

AHEAD 29 02Il Lunedì è il giorno della Gregory’s Ahead Session, che trasformerà la sala concerto del Gregory’s Jazz Club in un eccitante ibrido tra palco e sala prove per questa jam progressiva, che darà l’opportunità di portare musica originale sul palco: arrangiamenti, composizioni, ma anche improvvisazioni estemporanee.

La Gregory’s Ahead Session rappresenta la reale opportunità di entrare sempre di più nel profondo del discorso jazz, delle nuove istanze compositive di chi porta avanti il proprio impegno artistico bilanciando la traccia delle radici jazzistiche legate ai grandi del passato con la necessità di comunicare e fare arte oggi.

Il jazz italiano – per quanto sia inutile identificare territorialmente un singolo musicista o un movimento artistico – regala ormai da anni alla scena internazionale alcuni dei migliori interpreti e compositori e il Gregory’s apre le porte alle loro creazioni e a chi vuole seguire l’evoluzione di una musica che non ci stancheremo mai di ascoltare e soprattutto di sostenere.

Il Gregory’s ha il piacere e l’onore di affidare la direzione artistica di questo nuovo progetto a Roberto Tarenzi, ormai uno dei nomi più noti del jazz italiano a livello internazionale che fin da giovanissimo ha scomodato paragoni con nomi del calibro di Ahmad Jamal e che prestissimo è entrato nelle più prestigiose formazioni italiane.